Pandoro

E non poteva di certo mancare il pandoro. Anche per questa ricetta ho preso spunto dal blog di giallo zafferano e da Gabry’ s Sweetness
Ingredienti:
;Burro 170 gr
Farina Manitoba 450 gr
Latte 60 ml più tre cucchiai
Lievito di birra 18 gr
Sale 1 cucchiaino
Uova 3 intere e un tuorlo
Vaniglia 1 bustina
Zucchero 125 gr più un cucchiaio
 Preparazione:
La realizzazione della ricetta del pandoro inizia con la preparazione del cosidetto lievitino, ovvero la base con cui formare gli impasti successivi. In una ciotolina fate sciogiere 15 gr di lievito di birra in 60 ml di latte tiepido, unire un cucchiaio di zucchero, il tuorlo, aggiugere 50 gr di farina e impastare amalgamando bene il tutto. Coprire questo primo impasto e fare lievitare fino a far raddoppiare il tutto. Ci vorranno circa 2 ore. Quando il volume dell’impasto sarà raddoppiato, fare sciogliere in tre cucchiai di latte 3 grammi di lievito di birra e versarlo nel composto, aggiungere i 100 gr di zucchero, l’uovo, amalgamare il tutto e versare questo impasto in una ciotola con 200 gr di farina e impastare. Unire poi 30 gr di burro a temperatura ambiente e impastare fino a che non si sarà amalgamato all’impasto, ottenendo così un composto liscio. Coprire e fare raddoppiare il volume in luogo tiepido, ci vorrà circa 2 ore. Procedere poi con il secondo impasto. Unire altri 200 gr farina, le uova, lo zucchero (25 grammi), sale,la vanillina e impastare di nuovo. Schiacciare l’impasto, ripiegarlo su se stesso e metterlo in una ciotola unta con il burro e fare lievitare ancora fino al raddoppio. Poi mettere l’impasto a riposare in frigo per 8/12 ore. Trascorso il tempo in frigorifero, rovesciare la pasta sul tavolo, stenderla con un mattarello formando un quadrato, distriburte al centro 140 gr di burro ammorbidito, portare i quattro angoli del quadrato al centro in modo da richiudere la sfoglia. Frte attenzione a richiudere bene i bordi della sfoglia in modo che il burro non fuoriesca, spianare delicatamente in un rettagolo e piegare in 3 e far riposare pre 15-20 minuti in frigorifero. Ripiegare nello stesso modo e far riposare in frigorifero per altri 15-20 minuti.
Spianare, ripiegare di nuovo e fare riposare in frigorifero per altri 15-20 minuti. Ogni volta che si mette l’impasto in frigo lo si può riporre in un sacchetto di plastica per alimenti in modo che non prenda altri odori. Dopo l’ultimo riposo stendrte l’impasto un’ultima volta, ripiegare i bordi verso il centro, e proecedere formando una palla rigirando i bordi verso l’interno. Quando la palla sarà formata ungersi le mani con il burro e ruotare l’impasto sul tavolo arrotondando ancora l’impasto. Quindi imburrare un apposito stampo per pandoro alto 20 cm, di circa 3 litri di capacità e spennellarlo con il burro. Inserire l’impasto all’interno dello stampo imburrato, coprire lo stampo e lasciare lievitare finché la cupola uscirà dal bordo (tutta la notte). Mettere su una teglia da forno posta nella parte inferiore una ciotolina d’acqua e infornare il pandoro facendolo cuocere in forno statico già caldo a 170 gradi per 15 minuti, poi abbassare a 160 gradi e lasciare cuocere per altri 50 minuti circa. Prima di sfornare il pandoro regolarsi per la cottura facendo la prova stecchino: pungere il pandoro se lo stecchino rimane umido lasciarlo ancora cuocere altrimenti sfornare il pandoro e lasciarlo raffreddare. Poi sformare il pandoro e cospargerlo con lo zucchero vanigliato.

Immagine

Immagine

 

Immagine

Immagine

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...